La Nostra Visione

Ambasciatore, per definizione, è colui che è incaricato di una missione particolare in un paese straniero.

Questo preciso e fondamentale concetto, anche grazie all’esperienza di Expo Milano 2015, ha incontrato e permeato il mondo che ruota attorno all’enogastronomia italiana mutuando l’esigenza collettiva per una ambiziosa missione: divulgare l’identità, la storia, la sensibilità italiane attraverso la passione e il lavoro.

La cucina italiana oggi è tradizione, eccellenza e indissolubile legame col territorio. Parte da queste solide fondamenta trasformandosi attraverso ricerca e innovazione, crescendo, maturando nel suo reinventarsi e così facendo, tornando all’essenziale.

A guidare questo lungo e non facile cammino è, più degli altri, il gusto. Tra i 5 sensi il più complesso poiché nella sua accezione più ampia comprende anche il giudizio estetico e il nostro rapporto con la bellezza.

Donne e uomini, siano essi cuochi, pizzaioli, sommelier, maitre, manager di ristoranti, responsabili acquisti, professionisti che vivono non solo nelle cucine o nei ristoranti, che viaggiano, apprendono e restituiscono l’esperienza vissuta attraverso l’interpretazione.

Quindi Ambasciatori del Gusto. Rappresentare in tutto il mondo il concetto italiano di gusto, compito per niente facile.

L’Italia ha influenzato il mondo fin dagli albori della civiltà con il diritto romano, il rinascimento, l’Opera, la moda, il design, le auto e soprattutto la cucina.

La cucina è la sintesi perfetta del gusto italiano perché fonde tradizione, storia, territorio ma anche viaggio verso terre lontane il cui ritorno è carico di esperienza e raccolti come le spezie, i tuberi, i pomodori.

La missione dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto parte da qui: dalla consapevolezza che raccontare e valorizzare significa contribuire, in sinergia con le Istituzioni, allo sviluppo del Paese.

Divulgare il valore della cucina favorisce anche i settori di cultura e turismo, e funge da volano al settore agroalimentare attraverso modi nuovi di qualificare le eccellenze del nostro territorio.

Rafforzare l’identità enogastronomica italiana, favorendo gli scambi e le relazioni di chi opera nella ristorazione in Italia e all’Estero, trasmettendo il rispetto per il cibo, evitando gli sprechi e promuovendo la sostenibilità ambientale.